Punteruolo

Un tempo mi sentivo Pheobe Halliwell, che come un’eroinomane in trip si faceva quei viaggi mentali che nemmeno io nelle peggio notti di paranoia. Ma ero più piccolo, preda di sentimenti più acerbi, e quindi più facili da aggiustare con l’ironia.

Per quella sorta di sesto senso che mi prende quando vivo una relazione: in qualche modo riconosco l’esatto momento in cui qualcosa si infrange. Poi-mannaggia-a-me-che-non-riesco-mai-ad-agire-in tempo, però intravedo il capolinea. Di amori, amicizie.

E’ come un grosso cartello di neon giallo che lampeggia la scritta Arrivals. E, per quanto mi riguarda, Departures è sempre meglio di Arrivals. Departures è meglio di ogni altra cosa, forse solo un filo meno di Comeback.

No, non sono Raven Symone, lei sì che non si stupisce mai. Lei si che ha un potere figo, uno di quelli che ti può aiutare a prevenire davvero, senza dover curare poi. Io semplicemente avverto il bullone che si allenta, la vite che si spana, e allora reggere quel peso lì, quel dubbio lì, si fa difficile. Non impossibile, ma difficile.

E io non sono molto bravo a mantenere le promesse, specie quelle che faccio a me stesso. Ma ho smesso di incastrarmi in situazioni che non mi fanno stare tranquillo. E di pensare che posso trarre godimento persino dal difficile. Che c’è per forza del buono.

Credo semplicemente di aver saputo leggere i segnali. Non erano premonizioni, piuttosto precognizioni. Attenzione per i dettagli. Empatia? Forse solo spiccata sensibilità, occhio lungo e fiuto per le balle. Tre armi a doppio taglio, eh, mica arsenali facili e infallibili. Roba che i missili intelligenti e la bomba atomica coreana sono coriandoli.

Ma così non ti sorprendi mai. Ti perdi quell’effetto wow.
Ed è uno schifo?
Bè, e la meraviglia dove la metti?
Ma perché, serve l’amore per meravigliarsi?

Sì, certo che mi stupisco. Non serve per forza l’amore per stupirsi. Sono un entusiasta di natura, vagamente naif e detesto la tristezza. Ci sono un sacco di altre cose che mi stupiscono. Che mi sorprendono.

Cosa?
Cosa mi sorprende, dici? L’inatteso. Le piccole cose.

Ed è vero. Tipo scoperchiare la tazza di un caffè a portar via e trovarci un cuoricino di schiuma. Tipo la complicità che si crea in un saluto. Tipo ridere con uno sconosciuto di qualcosa di cui solo noi ci siamo accorti. Tipo il grazie che ricevi per il lavoro che hai fatto. Un cane che non è il tuo, ma che si avvicina con simpatia. Un bambino che allunga la mano verso di te, e la sua non-collaudata fiducia nel prossimo.

Un complimento. Mi stupisce un atto di reale gentilezza inaspettato. L’emozione che provi quando osservi la performance di un artista e senti la forza esplosiva di una creazione. La comunicazione spontanea che si può ridurre a un’occhiata. La mano su un fianco quando nella fretta ci si sfiora per passare. Chi si volta a chiederti scusa dopo averti urtato e quel “Ci prendiamo un caffè insieme?” che è una promessa.

Un bacio che è nell’aria e che hai paura di stampare. E che poi succede. Guardare un film e ritrovarmi a piangere senza quasi accorgermene. Quel sesso fatto col sangue, quando semplicemente c’è tutta quella pelle tutta insieme e lo sai che è irrimandabile.

Il regalo che ti fa qualcuno senza che ci sia alcuna occasione, ma solo perché “Ho pensato a te.” L’energia che si sprigiona tra te e la tua canzone.

Scoprire che, da tempo ormai, non mi importa più del giudizio degli altri.

Ecco, appunto, quello che non ti aspetti.
Questo mi stupisce.

Ma forse è una forma di meraviglia riservata a chi, finalmente, è sereno in quel posto che buco dopo buco è riuscito a ritagliarsi con un punteruolo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...