#11 nata sotto il segno dei pesci

Non sono propriamente un’esperta di astrologia, ma ho sempre creduto che il segno zodiacale possa effettivamente avere un suo senso. Nel corso degli anni, ho ceduto alla lettura dell’oroscopo, più per divertimento, che per sincero interesse. Anche perché, parliamoci chiaro, Paolo Fox mi promette il principe azzurro da tipo un anno. Dovrei denunciarlo per danni morali. Dato che domani è il mio compleanno, mi sono ritrovata a spulciare curiosità astrologiche, per distrarmi dall’idea che compio venticinque anni. A me il compleanno, infatti, mette sempre un po’ di malinconia, perché tendo a notare le assenze più che le presenze.

Beh, comunque, mi sono persa in questa lettura. Tirando le somme della full immersion, posso dire che veniamo più o meno descritti come: sognatori, sensibili, propensi ai cambiamenti,romantici, e criptici persino a noi stessi. Ecco, mi ci rivedo tantissimo. Spesso e volentieri non sono solo sensibile, ma ho dei veri e propri blocchi emotivi. Settimana scorsa, ad esempio, non riuscivo a scrivere perché non sapevo dare forma ai miei pensieri. Oggi, invece, la vigilia del mio quarto di secolo mi spinge inesorabilmente verso una sorta di bilancio. Ma, dato che non voglio sembrare una reduce del bacio del dissennatore, ho deciso di esprimere in pillole, in stile oltreuomo, quello che passa nella testa di un nato sotto il segno dei pesci, che, se non ci avete mai avuto a che fare, richiede una pazienza tendenzialmente infinita per tutti coloro che decidono di conviverci.

Cominciamo

  • Sogniamo ad occhi aperti. è vero. Uno scambio di sguardi un filo più intenso con un belloccio in metro, ci può far sentire già profumo di fiori d’arancio.
  • con noi non ci si annoia mai. Proprio perché viaggiamo veloci con la fantasia, riusciamo a stupirvi.
  • Abbiamo un sesto senso che ci rende meglio dell’FBI. Il pro è che riusciamo a leggere le persone, il contro è che son cazzi vostri se sgarrate.
  • Abbiamo dei problemi con le conclusioni. Sappiatelo. Da sensibili e inguaribili romantici, viviamo il distacco drammaticamente. Il mio armadio è la prova vivente di cose conservate che non riesco a buttare. Ho ancora gli scontrini del viaggio in Irlanda fatto dieci anni fa (per dirne una).
  • Paradossalmente, però, amiamo i cambiamenti. Siamo sempre alla ricerca di qualcosa (non sappiamo nemmeno noi bene esattamente di cosa) e continuiamo a rimbalzare come palline da ping pong da un progetto all’altro. Spesso concludendoli, a volte lasciandone qualcuno alle spalle. Un esempio? ho cambiato lavoro (again).
  • Cerchiamo le emozioni forti. Ciò non significa che ci lanciamo col paracadute periodicamente, ma non riusciamo ad accontentarci di una situazione “carina”. Noi vogliamo il brivido.
  • Il problema è che le emozioni forti le vediamo ovunque e spesso tendiamo a drammatizzare,o a cercare ragioni profonde in cose, che andrebbero semplicemente prese per come sono.
  • Convivete col fatto che ci metteremo tanto a prendere una decisione. Già la scelta del gusto del gelato, richiede il suo tempo.
  • Non pensate, però, che sia facile convincerci. Nella nostra indecisione non sempre ci viviamo bene, ma, comunque, non vogliamo consigli.
  • E’ inutile tentare di incasellarci. Siamo troppo strani.

Non so, in realtà, se queste caratteristiche siano veramente il frutto di qualche assetto planetario particolare (anche se a volte, ammetto, mi piace pensare che gli astri siano colpevoli dei miei difetti). So solo che sono nata venticinque anni fa, stupendo mia mamma perché avevo gli occhi a mandorla, nonostante non abbia discendenze orientali. Ecco, credo che la risposta sia un po’ lì. Non sono mica brava a far procedere le cose in maniera lineare. Manco quando sono nata, pare, ne son stata capace. Alla soglia di questo compleanno un po’ più sentito, quindi, penso solo di dovermi (e volermi) promettere, di continuare a vivere scompigliandomi e scompigliando.

@Gue262

 

 

 

 

 

Annunci

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. SognidiRnR ha detto:

    Vivere scompigliati è bello 😉
    Comunque credo che il segno zodiacale su qualcosa incida. Insomma,qualche tratto distintivo del mese ci sta; sono caratteristiche universali che poi sta a noi rielaborare: tutti i nati sotto lo stesso segno hanno le stesse caratteristiche solo che ognuno le sfrutta e manipola a modo suo!! 😄 Io l’oroscopo continuo a leggerlo per ridere e devo dire che funziona!!

    Liked by 1 persona

    1. typingwen ha detto:

      sì confermo. Vivere scompigliati è il mio mantra ormai 🙂 quanto all’oroscopo.. beh confesso che una sbirciatina continuo a dargliela 😉

      Mi piace

  2. Marta Vitali ha detto:

    Buon Compleanno!!!!!! 🙂 🙂

    Liked by 1 persona

    1. typingwen ha detto:

      anche se un po’ in ritardo.. grazie mille!!! 🙂

      Liked by 1 persona

  3. marzia ha detto:

    Sono pesci e mi son fatta fare pure l’ascendente ( Toro), ergo mi ritrovo in linea di massima con quanto scrivi.
    Io credo che, dopo la scoperta delle onde gravitazionali, gli scienziati saranno meno schifittosi nel considerare questo modo di interpretare le stelle.
    Un amico gesuita diceva: se gli antichi hanno parlato ( i sapienti babilonesi per esempio) qualcosa di vero ci sarà.
    .)

    Liked by 1 persona

    1. typingwen ha detto:

      E mi sa che il tuo amico gesuita aveva ragione 🙂 p.s anch’io mi sono fatta fare l’ascendente: Sagittario. Una contraddizione vivente insomma 😉

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...