Il passeggero.

Il passeggero è uno che sale sulla tua macchina per un po’, si fa un giro, scende e tanti saluti. Non sai neanche bene perché lo raccogli dalla strada. Forse ti attrae il suo aspetto, o magari l’idea che sia uno sconosciuto davvero innocuo. Ti intriga, un po’ di mistero.

Un incontro occasionale, insomma. Che non per questo deve finire per forza a schifìo, come avrebbe detto mia nonna, che in genere non si ripete. O forse sì? Bé, trattandosi di me, dovevo darlo per scontato.

Sabato ho caricato un passeggero. Ero a casa da solo, i miei in vacanza, a sollazzarsi tra le vie posh di Sanremo. Mi stavo annoiando. Sapevo che era una pessima idea, ma la tentazione è stata troppa. C’è questo ragazzo, molto carino, molto attento e premuroso, sicuramente lanciato verso di me, con cui mi sto sentendo. Lo invito a casa, per un gelato.

Siamo stati bene, il pomeriggio è volato. Inaspettatamente. Parliamo molto, ridiamo tanto. Ci raccontiamo anche qualcosa di personale, forse, non ricordo perfettamente. Lui mi provoca, moltissimo. La cosa mi piace, lui mi piace. Ci baciamo.

Dopo un quarto d’ora siamo nudi sul divano, io sopra di lui. Tengo le sue ginocchia piegate in alto e col bacino faccio un po’ di pressione per entrare dentro di lui. Petting spinto, nessuna penetrazione. Ma è piacevole. Tra baci, solletico, qualche morso e strofinamenti ingrifanti perdiamo la cognizione del tempo. Finiamo, lui viene prima.

E’ entusiasta, io non particolarmente soddisfatto, ma sono stato bene. Ci conosciamo appena, e io devo partire per il week end la sera stessa. Mi aiuta a sistemare casa, a chiudere le imposte, senza che nemmeno glielo chiedessi, mentre io preparo il borsone. Sulla porta ci baciamo, un bacio tenero, di quelli che durano qualche secondo. Mi accompagna alla macchina, un altro bacio. Un pò ne sorrido.

“Ci sentiamo dopo?”

Annuisce.

Eccallà. Gli scrivo io, ho intuito che qualcosa stava già prendendo una piega storta. Non ha risposto quando gli ho chiesto se ci saremmo sentiti quella sera. Però risponde ora, è contento che ci siamo visti, è stato molto bene. Mi domandavo dove fosse l’inghippo, ma ho fatto finta di non ascoltarmi.

Meno di ventiquattrore dopo, un casino.

“Tu mi piaci molto, sono stato davvero bene con te. Però ieri ho inevitabilmente fatto il paragone col mio ex ragazzo e… non ho potuto non notare quanto siamo diversi tu e io. Sono stato più male che bene, ho sentito tanto la sua [dell’ex, ndr] mancanza”

Io, diplomatico. Io, respiro profondo. Io, ragionevole. “Ci stiamo salutando qui?”

“Per favore scusami, non portarmi rancore.”

Io, irritato. Io, incandescente. Io, respiro profondo. “Senza rancore, era per capire. Ciao.”

“Ok, è’ che mi hai deluso molto. Mi ero fatto delle aspettative su di te, pensavo avessi più cose in comune con lui [sempre l’ex, ndr] e invece no. Ho creduto di trovare un po’ di lui in te, pensavo mi avresti trasmesso la voglia di rimettermi in gioco. Ma non hai le sue qualità.”

Con tanto di foto dell’ex allegata. Molto simili, esteticamente. In pratica cercava il suo clone. E a questo punto, io uccido.

Smonto verbalmente ogni cosa che ha detto. Non accetto le sue scuse, inutili. Lo saluto, me ne vado. Solo un altro stronzo, nemmeno significativo. Non ho né la testa né il cuore sgomberi, però era carino, interessante, curioso. Diverso da me e dagli ultimi ragazzi che ho incontrato. L’avrei rivisto volentieri, e invece era solo un passeggero.

Pazzo, tra l’altro. Ma ormai sono abituato, c’ho fatto il callo. I tre capisaldi della mia sfera emotiva sono la sindrome dell’ex che gli ha infranto il cuore, che con me i ragazzi prima vengono e poi vanno e infine l’instabilità mentale. L’ho deluso, mi ha detto. Con tanto di foto del suo ex. Pazzo, è pazzo. E baciava pure da schifo.

Forse, con questo, ho davvero chiuso questo anno di assurdità sentimentali. Perché si, è quasi un anno che te ne sei andato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...